L’UNIVERSO FILOSOFICO DI JIDDU KRISHNAMURTI

Jiddu Krishnamurti fu un membro della società Teosofica, sino al momento in cui si separò da questa Venerabile Associazione per una divergenza di vedute; molti Teosofi erano convinti che Lui fosse la reincarnazione di Gesù Cristo, ma Lui fortunatamente non credette a questa diceria.

Samael Aun Weor ha sempre parlato del valore spirituale di Krishnamurti. Un giorno riferendosi a lui disse:

Krishnamurti è un adepto della Grande Fraternità Bianca Universale” (Samael Aun Weor).

Per Krishnamurti il “Discernimento” è stato il tema principale della sua investigazione.

… il Discernimento; con questo generalmente s’intende il discernimento tra il reale e l’irreale, che conduce gli uomini ad entrare sul Sentiero. E’ ciò, ma è anche molto di più; e deve essere praticato non solo all’inizio del Sentiero, ma a ciascun passo su di esso, ogni giorno sino alla fine… Gli uomini che non sanno, lavorano per acquistare ricchezze e potere; ma queste durano al più una sola vita e perciò sono irreali. Vi sono delle cose più grandi di queste, cose reali e durature, e scorte che tu le abbia, non hai più desiderio per le altre” (Krishnamurti).

Pura osservazione, lucidezza, allerta, ascolto vigile sono alcuni dei termini utilizzati da Krishnamurti per descrivere gli strumenti del RISVEGLIO. L’attenzione deve dispiegarsi come lo stare nel mondo nell’istante presente senza schermi e maschere.

Krishnamurti non si stancò mai di dire che la causa di tutti i conflitti umani ha la sua origine nell’io. Egli diceva che stare senza ego è l’essenza della libertà e della bellezza interiore.

 

Dove andiamo… più in là di ciò che i poveri libri ci possono dire, per quanto sacri possano essere… c’è qualcos’altro nella vita che non sia guadagnare soldi o impressionare gli altri? E’ possibile vivere in questo mondo senza divenire cinici?

Dobbiamo sapere che abbiamo differenza tra il cervello e la mente, il cervello non può comunicare con la mente, però questa comunica con il cervello. Il cervello è come un computer che non solo è il risultato di un programma, ma può creare a sua volta programmi nuovi.

Chi siete Voi signori? Siamo tutti incassati in questa macchina cerebrale che crea programmi per essere Russi, Americani, Cattolici, Protestanti, Mussulmani, Ebrei“, così Krishnamurti istruiva i suoi discepoli all’osservazione della mente labirintica.

 

MEDITARE E’ TRASCENDERE IL TEMPO

Meditazione non è fuggire dal mondo; non è un isolarsi e chiudersi in sé, è piuttosto comprendere il mondo e le sue vie. Il mondo ha poco da offrire tranne il cibo, i vestiti e la casa, e i piaceri con i suoi grandi dolori…

La comprensione non avviene entro i confini del tempo, il tempo non porta mai comprensione. La comprensione non è mai un processo graduale, da portare avanti un poco per volta con cura e pazienza. Questa comprensione è ora o mai… La comprensione può modificare il corso della vita di un uomo, il modo di pensare e di agire; può essere  piacevole o no ma è comunque un rischio per l’intero rapporto con la realtà” (Krishnamurti).

 

Quando Annie Besant, Charles W. Leadbeater ed altri (chiarovventi all’interno della società Teosofica) studiarono il caso Krishnamurti, rimasero accecati dalla luce splendente di quel Buddha Cristificato; e poiché non conoscevano l’esoterismo cristico, credettero a piè pari che Krishnamurti era la reincarnazione di Gesù-Cristo.

L’errore non stava nella chiaroveggenza, l’errore stava nella mancanza di cultura intellettuale. Essi conoscevano soltanto il settenario teosofico. Loro conoscevano solo il Corpo, l’Anima e lo Spirito, però ignoravano che più in là, ogni uomo ha un Raggio (il Cristo Interno) che lo unisce all’Assoluto.

Essi videro il Dio interno di Krishnamurti e credettero che era Gesù di Nazareth: quello fu il loro errore. La cosa più grave fu il danno che fecero al bambino indiano (Krishnamurti). Quando ad un bodhisattva si dice che è un Maestro, lo si perde, lo si danneggia, lo si rende complessato.

Il bambino indiano vide azzuffarsi gli istruttori per causa sua, e il risultato fu un trauma psicologico per la sua personalità umana. Krishnamurti ha avuto un trauma psicologico.

Non c’è dubbio che gli fecero un gran danno. I gerarchi della teosofia avrebbero dovuto tacere e lasciare in pace il bambino indiano. Egli si sarebbe sviluppato liberamente in India, ed allora la sua opera sarebbe stata meravigliosa.

Il grande Buddha di Krishnamurti non ha potuto dare tutto il suo messaggio perché il bodhisattva (Krishnamurti) ha avuto un trauma psicologico.

Se esaminiamo la Dottrina di Krishnamurti, vediamo che il meglio di questa dottrina è buddhista.

Disgraziatamente non conobbe l’Esoterismo cristico” (Samael Aun Weor).

Il giovane “Krishnamurti cadde nello scetticismo e rimase scettico vari anni, ma alla fine reagì e comincio la sua missione…

Krishnamurti è un essere speciale che a causa di alcune influenze sbagliate nella sua gioventù, non poté terminare la sua missione che lo ha portato sulla terra” (Samael Aun Weor).

 

KRISHNAMURTI E SAMAEL AUN WEOR

Il Filosofo Samael Aun Weor scrisse “quando l’Anima si purifica e santifica, allora si chiama bodhisattva” e “l’anima Kishnamurti è un Bodhisattva” metre il suo “Spirito è un Buddha.

Realmente Krishnamurti è stato il precursore dell’Avatara d’Acquario, tutti hanno avuto un precursore, Gesù ebbe il suo precursore, che fu Giovanni il Battista, questo sta dentro la normalità”.

Samael Aun Weor lavorò l’Ego, l’io o per meglio dire i nostri difetti psicologici, utilizzando il sistema di Krishnamurti. Ma malgrado tutto il rispetto che aveva per lui, comprese che questo sistema non era completo.

Samael Aun Weor nonostante ritenesse Krishnamurti un Maestro, comprese che il suo sistema di osservazione e analisi dell’io non era un sistema per l’eliminazione dell’io medesimo.

Il sistema Krishnamurtiano ha tralasciato un altro aspetto fondamentale del lavoro spicologico: l’eliminazione dell’io, l’eliminazione di ogni difetto psicologico che portiamo dentro (paura, invidia, odio, rabbia, etc.).

Difatti il Filofoso Samael Aun Weor ci ha rivelato il sistema completo di risveglio della Coscienza, che ha tre apetti fondamentali:

  • Osservazione dell’io, attraverso l’auto-osservazione e la retrospezione.
  • Comprensione dell’io, attraverso l’autoanalisi, il confronto logico, la meditazione interiore profonda.
  • Eliminazione dell’io, attraverso il ricorso ad un potere superiore all’io, alla mente e alla volontà: l’Energia della Divina Madre Kundalini.

Nel sistema Krishnamurtiano mancano due cose:

  •   la prima è “l’Eliminazione dell’io” attraverso l’Energia della Divina Madre Kundalini, difatti con la mera “Osservazione” e “Comprensione” l’io non si dissolve, ma permane dentro di noi e pertanto prima o poi tornerà a manifestarsi;
  •   la seconda è l’Esoterismo Cristico che porta gli iniziati a completare il Cammino Segreto, e a divenire dei Maestri Perfetti.

 

Articolo estratto da:
  • Ai piedi del Maestro” di Jiddu Krishnamurti;
  • La sola rivoluzione” di Jiddu Krishnamurti;
  • Sulla Mente e il Pensiero” di Jiddu Krishnamurti;
  • Cambiare l’umanità. Dialogo con i buddhisti” di Jiddu Krishnamurti;
  • Nozioni fondamentali di endocrinologia e criminologia” di Samael Aun Weor;
  • La Rivoluzione della dialettica” di Samael Aun Weor;

Per approfondire la Filosofia di Jiddu Krishnamurti vai alla pagina: LIBRI

 

Read more:

 

 

Se Ti è piaciuto il contenuto, condividi questa pagina sui social:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *