L’Universo Filosofico di Swami Sivananda

Swami Sivananda Sarasvati è uno dei filosofi orientali più importanti del XX secolo.

Ecco cosa ha scritto a proposito del Pensiero: “Il pensiero è impercettibile, impalpabile, invisibile; è più sottile dell’etere, il mezzo dell’elettricità. Difatti pur stando tranquillamente nella vostra casa, per mezzo di un sintonizzatore, potete ascoltare un cantante che canta in una lontana stazione radio. Tutti i messaggi lanciati nello spazio viaggiano tramite le onde e vengono ricevuti mediante un apparecchio radio. Anche la vostra mente è simile ad un apparecchio radio, ma più perfetta. Un santo che ha acquistato la pace, l’equilibrio e l’armonia, continuamente invia all’universo pensieri e onde spirituali di armonia e di pace che, propagandosi in ogni direzione, raggiungono tutti i luoghi e penetrano nella mente persone, nelle quali provocano altri pensieri di armonia e di pace. Quando un uomo ha la mente colma di gelosia, di sentimenti di vendetta e di odio, invia sempre pensieri discordanti, che raggiungono la mente di migliaia di persone e provocano in queste altrettanti pensieri di odio, di gelosia e di discordia.

Mentre la luce viaggia alla velocità di 300.000 chilometri al secondo, il pensiero, praticamente, raggiunge istantaneamente infinite lontananze”.

 

I PENSIERI SONO MESSAGGI RADIO

“Chi nutre pensieri di odio, di gelosia, di vendetta e di malizia è in verità una persona molto pericolosa, perchè provoca un senso d’inquietudine e cattiva volontà tra gli uomini. I pensieri sono come messaggi radio lanciati nell’etere e destinati ad essere ricevuti da coloro che si dispongono a captare tali frequenze di vibrazioni. Mentre coloro che nutrono pensieri sublimi e di devozione aiutano gli altri, sia nel caso che siano vicini, sia che si trovino lontani”.

 

Sivananda: I PENSIERI SONO COSE VIVENTI

“I pensieri sono principi viventi, tenaci e solidi come la pietra. Noi possiamo cessare di esistere, ma i nostri pensieri non moriranno mai.

Il pensiero può essere focalizzato verso un determinato scopo…

Il pensiero è una forza sottile, impercettibile…”

 

L’ETERE NELLO SPAZIO REGISTRA I PENSIERI

“Potete muovere il mondo con la forza del pensiero. Esso ha una grande potenza. Può venire trasmesso da un uomo all’altro. I forti pensieri degli uomini saggi e dei Rishi (Illuminati) sono tutt’ora registrati nell’Akasha, l’Etere Universale che pervade lo spazio.

Gli Yogi, sono dotati di chiaroveggenza, sono in grado di percepire quelle immagini e quei pensieri e possono leggerli facilmente.

Siete circondati da un oceano di pensieri, vi galleggiate letteralmente, assorbendone alcuni e rifiutandone altri.

Ognuno possiede il suo proprio mondo di pensieri.

Se gettiamo un sasso in uno stagno, esso provoca una successione di onde concentriche che si dipartono in ogni direzione, iniziando dal punto di caduta del sasso stesso. Similmente la luce di una candela spande le sue onde luminose nell’etere, propagandosi in ogni senso.

Accade la stessa cosa quando un pensiero, sia esso buono o cattivo, sottile o grossolano, nasce nella mente di una persona”.

 

Ciascuno di noi attraverso il lavoro psicologico può decidere quali pensieri assorbire e quali rifiutare!

 

Articolo estratto da:
  • La potenza del pensiero” di Swami Sivananda;
  • La gran ribellione” di Samael Aun Weor;
  • Psicologia rivoluzionaria” di Samael Aun Weor;

Per approfondire la Filosofia di Swami Sivananda vai alla pagina: LIBRI

 

Read more:

 

 

Se Ti è piaciuto il contenuto, condividi questa pagina sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *